SARDEGNA NORD OVEST: CULTURA E BUONA CUCINA

SARDEGNA NORD OVEST: CULTURA E BUONA CUCINA

IMG_0174.JPG 

Una perla incastonata tra le meraviglie del Mediterraneo. L’Isola dei Beati. Eppure quando La Marmora sbarcò in Sardegna lo accolsero con queste parole: “Voi qui, senza essere obbligato?”.

Curioso come nel tempo il modo di vedere quest’isola sia cambiato più volte. Arida e verdissima, ricca e poverissima, sono i contrasti forti che caratterizzano la Sardegna come forti sono i colori, i profumi e i sapori di questa terra. Navigare a vela sotto le falesie, tuffarsi in acque cristalline e osservare ogni cosa da un nuovo punto di vista. Una crociera naturalistica, una settimana in simbiosi con il mare nel mare, un’esperienza unica in uno dei luoghi più suggestivi del mondo. Un mondo da portare con sé tutto l’anno.

Stintino e il Parco nazionale dell’Asinara … fra natura e storia!

wpid-img_136591762257247.jpeg

 

ll piccolo borgo marinaro di Stintino, ha visto la sua nascita nel 1885, quando gli abitanti dell'Asinara furono espropriati per la costruzione di un lazzaretto e di una colonia penale.Le 45 famiglie che fondarono Stintino erano in prevalenza di origine ligure e per la precisione di Camogli, qualche famiglia di origine ponzese e alcune sarde. Posto nell'estrema punta nord occidentale della Sardegna, Stintino si sviluppa intorno ad una profonda rada, con il porto per i pescherecci, e uno stretto fiordo, in sassarese isthintinu, che ha dato il nome all'abitato e che oggi ospita un porto turistico per le numerose imbarcazioni da diporto che vi giungono durante la lunga stagione turistica. L'ambiente circostante, caratterizzato da aree palustri e ampi tratti di macchia mediterranea, conserva meravigliosi panorami. A circa 15 km da Stintino si trova lo Stagno di Pilo, meravigliosa area protetta, circondata da dune di sabbia che ospitano giunchi e tamerici sorvolati da un gran numero di uccelli (tra i quali spiccano per bellezza i fenicotteri rosa) e da fauna selvatica. Stintino ha davanti a se una bellezza unica chiamata Asinara,nasce come isola carcere e come lazzaretto,ormai dal 1998 è fruibile e visitabile, noi avremo la fortuna di dormire fra le sue anse e i sui caldi panorami,un’isola ricca di storia e di natura tutta da scoprire,che offre ripari da quasi tutti i venti ed emozionanti apnee fra i sui fondali illibati da circa cent’anni.

IL CATAMARANO

Il catamarano Miguel è una combinazione di relax e divertimento, attrezzato per i rilevamenti biologici offre la possibilità di venire a contatto con il mare in un modo un po’ speciale…osservandolo e ascoltandolo. Vivere a bordo è come entrare in una nuova dimensione dove il tempo e lo spazio assumono un nuovo ruolo: accoglierci. Il minilaboratorio biologico di bordo apre una finestra sulla vita dei microrganismi marini, inattesi, trasparenti, luminosi e numerosissimi! Un micromondo al quale solitamente diamo poca importanza ma che ha, invece, un ruolo fondamentale. La vita a bordo è scandita dal mare e dal vento, indipendenti ai nostri voleri ma sempre generosi di sorprese: è frequente l’incontro con i delfini e talvolta con qualche grande cetaceo, ma anche con organismi davvero speciali e particolarissimi molto meno conosciuti. Gli appassionati di mare, immersioni, apnea e biologia troveranno qualcosa di nuovo ad ogni tuffo. Gli appassionati di buona cucina scopriranno ogni giorno un piatto diverso della tradizione sarda. Gli appassionati di vela vedranno soddisfatto il loro desiderio di navigare col vento. Gli appassionati della pennichella troveranno un posticino sul mare degno di essere visitato quotidianamente! Ognuno di noi sarà attivo nella conoscenza e divulgazione dell’ecologia e del rispetto del mare.

IMG_0221.JPG

Tramonto dal Catamarano nel Porto di Marina di Stintino

 

 

INFORMAZIONI UTILI

Imbarcazioni: catamarano di 12 metri (Charter Autorizzato dal Parco dell’Asinara)

Sistemazione: 4 cabine doppie + 2 bagni. Indirizzo per l’imbarco: Porto Marina di Stintino

Imbarco da Stintino. Transfert su richiesta da Alghero o Olbia (costo aggiuntivo)

Date di partenza: tutto l’anno

Durata: 7 giorni con 6 pernottamenti, da lunedì mattina a domenica mezzogiorno.

Partecipanti: 8 persone + skipper e marinaio

COME RAGGIUNGERE

Stintino : Servizio Taxi – servizio pubblico di navetta – su richiesta Navetta

Comprende: sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender + fuoribordo 4cv, pulizia finale,lenzuola + cuscini + coperte, assicurazione di legge e bagaglio.

Non comprende: viaggio fino al luogo d’imbarco, spese di equipaggio, cambusa, carburante, eventuali marine e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”..

Su richiesta potrai richiedere:

 Cuoco a bordo : 100,00€ per giorno

 Steward a bordo : 100,00€ per giorno (comprese anche pulizie in cabina)

 Cambusa BASE già a bordo : 150,00€ per persona

 Cambusa già a bordo : il prezzo varia in base alle richieste

 All inclusive (cambusa e carburante) : 250,00€ per persona

 Giochi d’acqua (Canoa, kitesurf, windsurf, etc.) : il prezzo vaia in base alle richieste

Equipaggio(skipper e marinaio): l’equipaggio è di esperienza e con un grande senso del gruppo,saranno loro a guidarvi nella vita di bordo anche se non sono cuochi professionisti sapranno guidarvi agevolmente nella sistemazione della cambusa o altro … indispensabile è per l’equipaggio far stare bene i loro ospiti.

Nota bene: si applicano le condizioni generali del contratto di vendita di pacchetti turistici, info assicurazione, info prenotazione e info viaggio.

PROGRAMMA

Lunedì: imbarco in mattinata a Stintino presso il Porto turistico di Stintino (Marina Di Stintino), sistemazione a bordo e briefing di ben venuto. Dopo aver riposto la cambusa, molliamo gli ormeggi e veleggiamo, verso le coste dell’Asinara, in una delle sue splendide cale come Cala Reale. Uno spuntino leggero alla sarda vi aspetterà al rientro dal primo bagno. Nel pomeriggio veleggiamo sotto costa e bordeggiamo per trovare un’altra cala che ci farà da culla per la nostra prima notte illuminati dalle stelle.

Martedì: tuffo al risveglio e colazione nella quiete mattutina di Cala D’Oliva. Salpiamo l’ancora e veleggiamo per raggiungere Punta Scorno(Punta estrema dell’Asinara), dopo la quale potremmo ammirare le falesie della costa occidentale dell’Isola. Abbandoniamoci ad un bagno ristoratore o al biowatching finchè sottocoperta si cuoce il pranzo. Nel pomeriggio raggiungiamo a vela Cala Porto Mannu (Asinara) e ci prepariamo per la nostra seconda notte in rada con emozionante bagno notturno,a voi la scelta.

Mercoledì: leviamo l’ancora e mettiamo prua verso Sud-Ovest per raggiungere Alghero, incrociando la rotta dei Tursiopi. Ci soffermiamo nella Cala dell’Isola dei Porri o di Unia, per tuffi, bagni, snorkeling e un delizioso pranzetto a base di prodotti del mare. Nel pomeriggio si veleggia verso Alghero, raggiungendo il porto dove passeremo la notte. Scendiamo a terra per visitare la cittadina medievale e fare un po’ di shopping. Cena in città.

Giovedì: colazione e partenza. Doppiamo Capo Caccia e veleggiamo verso l’Isola Piana, punta estrema dell’Area Marina Protetta (Parco di Porto Conte). L’ingresso tra la costa e l’Isola Piana si apre all’improvviso in una cala suggestiva tra alte pareti di roccia calcarea. Sott’acqua lo scenario è indimenticabile..perchè non scendere per vederlo di persona? Rientriamo allargandoci verso il mare aperto e bordeggiamo fino alla baia che ci accoglierà per la cena e un’altra notte in rada.

Venerdì: ci alziamo con comodo, facciamo colazione e iniziamo la navigazione sotto costa verso il borgo dell’Argentiera dove ci tuffiamo alla scoperta di un villaggio di minatori,sul mare, ricco di tradizioni. Possiamo dedicare il pomeriggio al relax o alle attività naturalistiche per poi veleggiare verso il borgo fondato dai Doria,Castelsardo. Notte in porto e cena.

Sabato: sveglia, colazione e bagno in una deliziosa caletta per un po’ di snorkeling e relax. Un buon pranzo e un bagno di sole durante la veleggiata davanti alla Spiaggia di Lu Bagnu o di Platamona è quello che ci vuole per coronare la nostra vacanza in terra sarda. Tornando man mano verso Stintino/Asinara ci concediamo un bagno pomeridiano all’ombra del Capo (Capo Falcone) dove possiamo vedere i falchi pellegrini che inseguono i colombi torraioli e i cormorani che si tuffano a pescare tra le secche. Serata a Stintino immersi nella febbre del sabato sera di una delle patrie del divertimento più note della Sardegna oltre ai suoi ristoranti di cucina tipica marinara si puo anche mangiare in incantevoli Agriturismi Sardi.

Domenica: sveglia e colazione. Pigri o mattinieri Stintino è bellissima ad ogni ora, anche qualche minuto prima di fare i bagagli, con la promessa di tornare ancora!

Il programma può subire delle variazioni per motivi di sicurezza, a discrezione del comandante

 

Cala Sabina - Asinara

Cala Sabina - Asinara

Questo post è disponibile anche in: Spagnolo, Inglese, Francese, Tedesco

Lascia una risposta